Anello M.Zervòi - Escursioni ad anello sulle Dolomiti

Vai ai contenuti

Menu principale:

Anello M.Zervòi

Dolomiti > Dolomiti bellunesi > Schiara Sud - Rui Frèt
 Anello del M.Zervòi
 (traccia gratuita GPS disponibile sui link citati)

Anello del M.Zervoi partendo dalle Casere di Caiada per le forcelle Tanzon (m.1675) e Zervoi (m.1685) passando per il ricovero Casera Palaza (m.1167) ed il Bivacco Casere I Ronch (m.1324) -
E' un percorso in ambiente selvaggio, a nord del M.Serva, per sentieri un tempo molto frequentati ed ancora larghi ed in buono stato. Si può godere di un buon panorama sulle contrafforti nord del M.Serva dove cala diagonalmente l'Alta via dei Bellunesi, sul M.Pelf, sul gruppo del M.Schiara, Talvena,Tiron ed alta Val dell'Ardo. Il percorso è sempre ben segnato.

                                               Traccia reale GPS riportata su IGM-25000



                                                Forc.Tanzòn vista dai ruderi di Cas. Càneva

  
                                Dal M.Serva: Forc. Tanzòn, a dx il 'Sass de la Tenzòn'  (La Rachèta)


    Due foto della zona di Forc. Col Torond ed a sx il M.Pelf con la torre dei Pescors, salendo forc. Tanzon.



  
  La Forc. Tanzon con il tracciato di discesa. A dx l'elegante cima rocciosa ('La Rachèta' P.Rossi, 'Canevòn' CTR)  che  veniva chiamato nel 1798 'Sass della Tenzòn' (Kriegskarte)


Si legge sul ritaglio della Kriegskarte in grassetto il Sass della Tenzon con la Cima del Campigo (M.Zervòi)
(Sono stati evidenziati in rosso i sentieri puntinati perchè poco evidenti)
Da notare che il sentiero Palazza Forc.Tanzon non era utilizzato per lo scavalcamento verso Caiada bensì per il pascolo sulle grandi praterie delle 'Piae'.



Il 'Troi de la Lasta': Cima del M.Serva, Forc. dei Pradusei, Passo della Lasta, banche N.Ovest delle Peverèle.

 
Troi de la Lasta versante Rui Frèt




                                                            Le Peverèle viste da Est


 Kriegskarte di Anton Von Zach 1798-1805 ,  segreta sino al 2005, sorprende per il suo dettaglio e precisione.
In questo ritaglio sono presenti la Casera Majolera, Col delle Breghe, la Casera Palazza e la Val del Rui (Fret).
Dal M.Serva vediamo quello che noi chiamiamo il 'Troi de la Lasta' rappresentato con puntini che si interrompono proprio sul passaggio chiave, lasciando il posto alla sola strisciata gialla che dai protocolli della KriegsKarte rappresentava un sentiero difficile e privo di traccia.

Descrizione del percorso ad anello

Si inizia presso il parcheggio delle Casere di Caiada a m.1162 e si segue la strada in leggera salita per 700 metri sino ad una biforcazione (sgnaletica). Si prende a dx per sentiero CAI n. 505 che si segue sino ai ruderi di Cas.Caneva a m.1520. In direzione ovest per cinque minuti sino al bivio Tanzon-7°Alpini dove si prosegue bassi a sx superando il canalone sassoso che cala dalla Forc.Caneva e risalendo per ottimo sentiero sino alla forc.Tanzon m.1675. ore 1.45 dal park.
                              


La discesa alla cas. Palazza (m.1167) avviene per buon sentiero in circa 30 minuti. (la casera è sita cento metri ad ovest del bivio per Cas. I Ronch.) Si ritorna al bivio e si prosegue per buon sentiero risalendo con stretti tornanti per un dislivello di 250 m. sino ad un pulpito molto panoramico e calando poi sino al bivio (grande masso) per forc. Zervoi e quindi alla casera I Ronch. (m.1324) Ore 1.30. Il bivacco in muratura è stato costruito sui ruderi della vecchia casera nel 2009 ed è fornito di tavola con panche, larin e tavolato per uso con sacco a pelo e materassino. Vi è una tubazione per l'acqua e legna abbondante.



Calando da Forc. Tanzon il monolite che assomiglia ad un frate..



                           La  ex Malga di Palazza (m.1167), oggi un ottimo ricovero in caso di maltempo.


                    La valle del Rui Frèt, segnato il percorso per i Pradusei e per il Pass de la Cavàla.


                       Telefoto della Casera Dei Ronch dal sentiero alto proveniente da Cas. Palazza

                                     Ruderi di caseretta salendo verso forc. Zervoi (m.1400 c.)

Dal bivacco si risale al grande masso ove vi è il bivio e si prosegue in direzione forc. Zervoi per largo sentiero n.509 che rasenta i ruderi di una caseretta ed esce dal bosco di faggi ove vi è il bivio per Cima Zervoi (grande ometto di pietre). Si prosegue a dx-est su sentiero pianeggiante che supera una costa e diagonalmente su terreno sconquassato dalle slavine (ometti-segni) e si perviene alti alla forcella Zervoi sulla sua destra orografica. (attenzione a questo ultimo tratto senza vegetazione dove il sentiero non è più evidente causa dissesto da slavine).
Per larghi prati pianeggianti in vista della Cas. Zervoi si attraversa (segnaletica -pali) per sentiero dapprima immerso nel verde ma poi ben evidente che, sfiorando forc. Palughèt ci porta alla malga di Palughèt (agriturismo).circa 2.30 ore dal I Ronch. Per stradina sterrata oltrepassando Le casere di Col d'Igoli e villa Scotti in circa 30 minuti si ritorna al park.


          Pradusei: risultato dell'erosione degli agenti atmosferici e glaciali (foto scattata dai prati delle Piaie)


        Da forc. Zervòi la costa erbosa che porta alle cengie delle Peverèle. a dx in alto il M.Serva innevato


Forcella Zervoi, i tratti rossi indicano la banca da raggiungere per il 'Troi della Lasta'


       Le cime delle Peverèle ed il versante Nord del M.Serva.


M.Serva N. verso la Costa del Caval, Forc. d.Ortiga, Cime dei Bachèt, Col Mussac. Sotto non visibile Cas. Coston.


      Dalla Forc. Zervoi verso le coste del M.Beccola


                                                              La ex Malga di Zervoi

Nel tratto Palaza-I Ronch-Forc.Zervoi non vi è copertura telefonica.
Dislivello m.1130 - ore 7,00 circa - sviluppo 15,3 Km. - Acqua a cas. Palaza, cas. I Ronch.
Cartografia Tabacco 1:25000 Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi GPS-UTM
Tabacco 1:25000 n.24 Prealpi e Dolomiti Bellunesi WGS84 GPS

Ulteriori informazioni:
http://www.dolomitipark.it 





 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu