Rif.Goriz-M.Perdido - Escursioni ad anello sulle Dolomiti

Vai ai contenuti

Menu principale:

Rif.Goriz-M.Perdido

Pirenei > Monte Perdido
Al Rif.Goriz del M.Perdido per la Val Ordesa
 (traccia gratuita GPS disponibile sui link citati)




Il monumento a Luciano Brièt, che promosse la cultura dei Pirenei

Si dice che la Val Ordesa nel gruppo del M.Perdido dei Pirenei sia la più bella della catena, noi l'abbiamo trovata magnifica, con varietà di vegetazione dai prati alle conifere e pino mugo, magri prati d'alta quota dove è sempre presente l'azzurro fiore del Lys, una costante pirenaica.
Il giro ideale nella Val Ordesa sarebbe la salita per la Senda dos Cazadores, sulla sinistra orografica, poi la discesa per il fondovalle su facile tracciato.Purtroppo siamo arrivati tardi sul luogo e non abbiamo neanche usufruito del servizio di pullman che consente il parcheggio a Torla -inizio paese- con trasporto andata e ritorno sino al piano Lana de Caballo che è già cinque chilometri addentro la Val Ordesa. (dalle 7.30 alle 22.00 - il tutto a 3 euro-persona)
Abbiamo quindi effettuato l'escursione partendo dal Ponte di Navarros sino al Rifugio Goriz e ritorno per stessa via, in quanto per La Senda dos Cazadores non è possibile scendere dopo le 15.00 per motivi di sicurezza. Trenta chilometri e 1200 metri di dislivello....conveniva prendere il pullman.


Il Monte Perdido visto dal Pian di Lana de Caballo 

 
Cascate nella Val Ordesa a m. 1540


La Cola di Caballo, cascata di oltre cento metri Dal sentiero a m.1780


Salendo verso il bivio per la Senda dos Cazadores. La cascata Cola de Caballo


Val Ordesa, Si nota distintamente il sentiero della Senda dos Cazadores che scorre alto sulla val Ordesa.


Prato di gigli azzurri del Lys, caratteristica dei Pirenei

Il percorso è segnato e descritto come nei nostri parchi, vi sono cabane per eventuale riparo dalla pioggia, fuentes per l'acqua e dopo l'ultima della serie di cascate che arricchiscono il percorso, quella della Cola de Caballo, una scorciatoia attrezzata con corde fisse permette di tagliare il percorso, ma noi abbiamo continuato per il sentiero normale, molto largo e segnato, che aggira una fascia di rocce con qualche tornante per cengia artificiale.
Si arriva al rifugio Goriz dove vi sono perennemente tendine montate, giovani alpinisti che non hanno potuto prenotare in tempo il rifugio per la notte. (bisogna prenotare anche i pasti dalle 13.30 alle 15.30 e dopo le 19.30). E' consentito piantare la tenda sopra i 2000 metri solo per il pernottamento. (noi abbiamo telefonato due mesi prima, ma niente da fare - tel.+34974341201)
Il rifugio Goriz è la base di partenza per escursioni sul M.Perdido, il Cilindro, la Brecha de Rolando ecc. ecc. ma è evidentemente insufficente per l'affluenza estiva. ore 8.30-9 - sviluppo Km.26 - disliv. m.920


Il rifugio Goriz a 2190 m.




Cartografia Prames s.a. 1:25000 GPS-UTM Ordesa y Monte Perdido Mtn 25 del IGN
Ulteriori informazioni:

http://www.pirineosordesa.com 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu