Finestra del Balcòn - Escursioni ad anello sulle Dolomiti

Vai ai contenuti

Menu principale:

Finestra del Balcòn

Dolomiti > Dolomiti bellunesi > Schiara Nord > Val Vescovà


Al Van (o Vajo) de la S'ciara
ed alla Finestra del Balcòn
(dal rif. F.Bianchèt)

E' una escursione che impegna per mezza giornata circa. Grande panorama sul M.Talvena e Lavaretta a nord, mentre a sud le pareti del M.Schiara e del Nasòn si lasciano ammirare da vicino. Dalla spettacolare finestra del Balcòn gli appassionati potranno godere del panorama del Van del Burèl con le torri nord e la selvaggia Val Ru da Molìn.
Fino al Van de la S'ciara il percorso è segnato con colore bianco-rosso ed ometti ed è per tutti, tenendo presente che non vi è acqua sul percorso; per giungere poi alla finestra del Balcòn bisogna mettere le mani sulle rocce (1-2  grado ed il percorso non è segnato).





Dal rif. F.Bianchèt (m.1250) si segue il sentiero n.503 per Biv. Dalla Bernardina attraversando diagonalmente in salita il prato a sud-est del Rifugio ed inoltratisi nel bosco si perviene al bivio per il M.Coro a m.1300 c; Si prosegue verso sud-est per largo sentiero che in leggera discesa perviene e supera a m.1316 il greto del torrente rimontando poi una dorsale pratosa che, superando un altro greto (m.1370) porta ad un grande masso a m.1476. Su ancora per il buon sentiero sino a dove esso volge ad ovest superando una valletta sassosa. (m.1500 c.)  

NB: questa valletta è percorribile (disl.200 m.) senza salti e conduce a raccordarsi con il sentiero alla quota di m. 1725 c. ; è consigliata, seppur senza segni, per persone ben allenate. E' una ottima scorciatoia anche in discesa.

Il sentiero volge ad ovest con minore pendenza e con un breve tratto in leggera discesa attraversa un prato per poi risalire sino quasi alla base delle Pale Magre (m.1625 c.) per poi volgere ancora a sud-est sino alla quota di m.1725 circa sotto al colle che sarà la nostra meta. Qui si abbandona il sentiero segnato che prosegue in piano ad est e si prosegue su per il canalino erboso (ometto) che porta sui pascoli soprastanti dai quali è elementare puntare ad est al colle con il grande masso di q. 1770. Grande panorama su tutto il Van della S'ciara. (ore 1.45 circa)

Volendo poi arrivare alla finestra del Balcòn, giunti ai prati compresi tra la rocciosa base della cima delle Pale Magre e le pareti del M.Schiara, proprio nel mezzo del Van della S'ciara al pulpito (grande masso) di quota m.1770 c. , si rimonta il colle erboso verso sud-est (verso la finestra) mantenendosi alti sulla sx orografica del Van ed attraversando sopra (m.1830) ad una fascia rocciosa che chiude la testata della valle. Si raggiugono con dei zig-zag per ghiaie le rocce sottostanti la finestra e si raggiunge la stessa con un traverso non obbligato (1-2 grado) dapprima verso nord-ovest e quindi verso sud. Si torna per stessa via.  (con persone poco esperte è utile una corda). Ore 1 dal pulpito di m.1770
Non si trova acqua sul percorso.
La discesa al rifugio dalla finestra impegna per circa ore 1.30

NB: questo tratto di percorso non segnato, negli ani '60 era rappresentato sulle carte come sentiero CAI nr.530, rappresentato anche nella Carta Tecnica Regionale. Esso, scavalcata la forcella del Balcòn discendeva poi la Val Ru da Molin sino alla Stanga per un tragitto ora solo per pochi.


Ritaglio di Carta Tecnica Regionale  (CTR)


Sopra e sotto: La Costa delle Ortighe che discende dal M.Schiara





La zona del M.Talvena da Cas. Vescovà a sx sino a Lavaretta a dx. La Val Boscòn è in centro alla foto.



Van della S'ciara ed Il tracciato per la Finestra del Balcòn (m.1997 CTR)


La cima delle Pale Magre m.2135


Finestra del Balcòn m.1997 CTR (foto di Piero Rossi anni '60)

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu